News

L’Irlanda vieta l’ingresso al pastore che inneggiò alla strage del Pulse

L’Irlanda ha deciso di negare l’ingresso ad un controverso pastore americano, diventato famoso per aver pregato nel 2009 per la morte di Barack Obama e per aver inneggiato all’autore della strage del Pulse, la discoteca lgbt di Orlando dove nel 2016 furono uccise 49 persone.

La petizione

Secondo quanto riporta l’Irish Times, Steven Anderson aveva in programma di andare a Dublino il 26 maggio prossimo, invitato da un pastore battista nordirlandese. Una petizione per chiedere al governo di impedire l’ingresso nel Paese del pastore anti-gay, che ha anche posizioni antisemite e negazioniste dell’Olocausto, era stata firmata da 14mila persone. Anderson sostiene che l’omosessualità sia “un abominio che Dio punisce con la pena di morte”.

La prima persona a essere bandita in Irlanda

Il ministro della Giustizia, Charlie Flanagan, ha così firmato l’ordine di divieto d’ingresso ad Anderson, con effetto immediato: si tratta della prima iniziativa del genere mai intrapresa da Dublino, da quando è in vigore l’Immigration Act del 1999. L’Irlanda non è la sola ad aver bandito dal proprio territorio il famigerato predicatore americano. Diversi Paesi, tra cui la Gran Bretagna, hanno giù adottato misure simili. Andreson è già stato sottoposto a misure analoghe da altri Paesi: la Gran Bretagna, l’Olanda ed il Sudafrica.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Tdor 2022, le iniziative nelle principali città italiane

Torna come ogni anno il Tdor, il giorno che commemora le vittime di transfobia e…

18 Novembre 2022

Carte d’identità, Palazzo Chigi: “Evidenti problemi di esecuzione dell’ordinanza di Roma”

Secondo il governo guidato da Giorgia Meloni, l'ordinanza del Tribunale di Roma sulle carte di…

16 Novembre 2022

Roma: illegittimo il decreto di Salvini che impone “padre” e “madre” sulle carte d’identità

Ricordate la crociata di Salvini contro la dicitura "genitore" sulle carte di identità elettroniche? E…

16 Novembre 2022

Sono arrivate le Agender 2023: un anno di unità, forza e solidarietà

Abbiamo poche certezze. Ultimamente, addirittura, pochissime. Una di queste è l'ormai immancabile Agender di Gaypost.it…

10 Novembre 2022

Governo Meloni: prepariamoci alle barricate, nelle scuole e nelle piazze

C'è poco da dire sulla formazione del nuovo governo Meloni, di destra-destra – per non…

22 Ottobre 2022

Fontana presidente della Camera, Famiglie Arcobaleno: “In Europa gli omofobi uccidono”

Con 222 voti, la Camera dei Deputati ha appena eletto Lorenzo Fontana nuovo presidente. Leghista,…

14 Ottobre 2022