Categorie: News

“Fame mia”, a teatro: sul palcoscenico la travolgente Annagaia Marchioro

L’abbiamo amata come non mai ne La Tv delle ragazze, con il suo splendido monologo sull’essere lesbica. E adesso Annagaia Marchioro arriva a teatro, a Roma, con uno spettacolo che promette essere “fuori dall’ordinario”. Si tratta di Fame mia, «la storia di una donna che aveva fame, così tanta fame, da smettere di mangiare». Liberamente tratto dal romanzo di Amélie Nothomb, Biografia della fame, la pièce – si apprende – è «uno spettacolo incredibilmente comico e poetico che parla di cioccolato e di desideri, di cibo e di ossessioni, di accettazione e di denutrizioni».

La locandina dello spettacolo

L’affamato, un cercatore di senso

«È una profonda riflessione sulle discriminazioni» rivela a Gaypost.it la protagonista. «È un viaggio di accettazione di se stessi. Uno spettacolo comico e poetico che parla all’Italia intera» rivela ancora Marchioro. Che ironizza, sul nostro paese: «È l’unico paese al mondo dove qualcuno a Ferragosto ti chiede cosa hai mangiato a Natale ed è seriamente interessato». Ma la fame non è pulsione, non è bisogno fine a se stesso: «L’affamato» ci rivela l’attrice «è solo qualcuno che cerca. Un cercatore di senso». In una galleria di personaggi, portati sul palco, «è uno spettacolo che inneggia alle imperfezioni, a chi scarta di lato». Parlando di «chi ha molta fame, e questa fame vuole colmarla con qualcosa che lo possa appagare davvero».

Dove e quando

Lo spettacolo andrà in scena stasera, fino al 27 gennaio, al Teatro Brancaccino in via Mecenate 2, a Roma. Esso si avvale della collaborazione di Gabriele Scotti, per la regia di Serena Sinigaglia. Tutti i giorni, dalle ore 20:00, e la domenica dalle ore 18,45. È possibile prenotare i biglietti contattando direttamente il teatro o tramite Ticketone.it. E nell’attesa di assaporarne l’ironia, in quel luogo magico che può essere il palcoscenico, vi riproponiamo la freschezza e la bravura di Annagaia Marchioro nella sua apparizione in Rai, nel programma condotto da Serena Dandini.

 

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Bruciamo tutto”: perché, da maschio, dico che il patriarcato è il problema

Vogliamo parlare di patriarcato? Parliamone.  A inizio anno, a gennaio inoltrato, sono stato invitato a…

23 Novembre 2023

La storia di Andrea, in riva al mare di Sicilia, per raccontare la realtà queer

Una storia che parla di libertà e scoperta di sé. È questa la "poetica" –…

26 Ottobre 2023

LottoxMile, la raccolta fondi per aiutare Milena Cannavacciuolo

«Siamo le amiche e la compagna di Milena. Questo è un appello d’amore per Milena.…

24 Ottobre 2023

Gianni Vattimo, addio al filosofo del “pensiero debole”

È morto ieri in tarda serata, a 87 anni, il filosofo Gianni Vattimo. Una delle…

20 Settembre 2023

Arim 2023, a parco Sempione a Milano la lotta all’HIV a suon di musica

Si terrà il 19 settembre 2023, a Milano, all'Arena Civica di Parco Sempione. Stiamo parlando…

18 Settembre 2023

Cosa significa far parte della comunità Lgbt+

In questi giorni ha fatto scalpore, su ciò che resta di Twitter, lo stato di…

16 Agosto 2023