Categorie: News

Ecco chi è la prima donna lesbica a capo dei vigili del fuoco

“Oggi sono orgogliosamente diventata la possibilità di qualcun altro”, con queste parole Lillian Bonsignore accetta la nomina a capo dei servizi medici di emergenza del Dipartimento dei vigili del fuoco della città di New York. Una nomina che allunga al’orizzonte per le persone Lgbt. Lillian è infatti la prima donna dichiaratamente lesbica a ricoprire questo ruolo.

“Un giorno non farà notizia che io sia lesbica”

Come riporta PinkNews saranno oltre i 4.100 paramedici, tecnici medici di emergenza (EMT) e altri dipendenti sotto la sua visione. “Oggi sono orgogliosamente diventata la possibilità di qualcun altro“, ha dichiarato la ragazza con il cognome che rimanda alla nostra Italia. “Un giorno, in questo nostro mondo, non parleremo del fatto che io sia una donna, apertamente lesbica, quando ottenni una promozione come questa. Ma oggi non è quel giorno”

Una vita per gli altri

Una vita al servizio del prossimo. Entrata nel corpo dei pompieri nel 1991, aveva appena 18 anni ed era una madre single. Trent’anni in una città difficile come la grande mela, tra i giorni più difficili quelli dell’11 settembre.
Al suo fianco, da sempre, la moglie Kim: “Io sono senza parole. Ho sempre saputo che ce la potesse fare”. E sua figlia Mdeline: “Mi rende così orgogliosa, vedere cosa sta facendo per le donne. Lei è un tale modello”.
Nel 2015 Lillian ha rilasciato un toccante video per il progetto di Dan Savage “It’s Get Better” (la versione americana de “Le cose cambiano”) dove insieme ad altri 12 colleghi parlava dell’esperienza del Coming Out.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020

Stonewall 50… in Poi: torna il festival Lgbt+ a Palazzolo Acreide

Torna il festival arcobaleno degli Iblei, l'11 agosto a Palazzolo Acreide in provincia di Siracusa.

31 luglio 2020

Guardami, nasce la campagna social per raccontare la comunità T

Dai moti di Stonewall a oggi ci hanno sempre mess* da parte, hanno sempre scelto…

31 luglio 2020

Quel dolore impigliato tra le pieghe del cuore: lettera a una madre

«Tante cose che prima non capivo, le ho capite soltanto diventando genitore anch'io».

31 luglio 2020