Categorie: Video

Crozza: “In tribunale, sì ai papà gay: a che serve la politica?” – VIDEO

Quello che in molti ripetono da mesi, ad ogni sentenza del Tribunale per i Minori in favore dell’omogenitorialità di una coppia di persone dello stesso sesso, lo ha sintetizzato con la consueta bravura Maurizio Crozza nella copertina di diMartedì di ieri sera. Partendo, com’era logico, dai fatti di Bruxelles, il comico cita la sentenza romana di qualche giorno fa che per la prima volta ha riconosciuto la capacità genitoriale di una coppia gay acconsentendo all’adozione da parte di uno dei due del figlio biologico dell’altro, avuto tramite la gestazione per altri. “A che serve la politica? – si chiede Crozza -. A che serve Alfano, neanche me lo chiedo più”. Ovvero, quando la politica abdica al proprio ruolo di legislatore e lascia che siano i tribunali a colmare i vuoti legislativi. Ecco il video della copertina di Crozza. La parte sulla sentenza di Roma arriva al minuto 4.00, ma noi vi consigliamo di guardarlo tutto.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020