Categorie: News

Croazia: per la prima volta un tribunale dice sì all’affido per una coppia dello stesso sesso

Per le associazioni lgbt croate quella sull’affido è una “decisione storica”. Il Tribunale amministrativo di Zagabria, giovedì scorso, ha tabilito che Ivo Segota e Mladen Kozic, una coppia gay, possono essere genitori affidatari.

La prima volta

L’associazione delle Famiglie Arcobaleno (sì, ha lo stesso nome di quella italiana) croata ha diffuso la notizia venerdì. “È la prima volta – spiega l’associazione secondo quanto riporta BalkanInsight – che un tribunale della Repubblica croata prende in considerazione un precedente internazionale e le decisioni della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo secondo cui una coppia dello stesso sesso deve essere trattata alla pari delle coppie eterosessuali”.

Rivedere l’affido

Ora il Ministero della Demografia, della Famiglia e delle Politiche Sociali, che in un primo momento aveva negato ai due uomini di diventare genitori affidatari, dovrà ripetere l’intero iter entro 60 giorni e prendere una nuova decisione che non discrimini la coppia.

La storia

Il caso va avanti dal 2017 quando i servizi sociali avevano informato i due che non c’erano le condizioni legali per dare loro il permesso di affido perché sono legati da una unione civile.
“Abbiamo subito fatto ricorso al Ministero – ha spiegato Segota – ma il nostro appello è stato rigettato. Non avevamo altra scelta che rivolgerci al tribunale”.

Un precedente importante

“Il loro gesto coraggioso – ha commentato Daniel Martinovic di Famiglie Arcobaleno -, la visibilità pubblica e il consenso a condurre una battaglia legale, durante la quale hanno avuto il pieno sostegno dell’associazione, sono un precedente per altre coppie che vogliono allargare la loro famiglia in questo modo e fornire una casa calda e accogliente, amore, sostegno quotidiano e un futuro migliore ai bambini che sono negli orfanotrofi”.

La nuova legge croata sull’affido

Ancora BalkanIndight spiega che a dicembre dello scorso anno il parlamento croato ha approvato una nuova legge sull’affido che esclude le coppie delo stesso sesso. Contro la legge, Famiglie Arcobaleno ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale a febbraio. La nuova sentenza del Tribunale di Zagabria potrebbe influire positivamente sulla decisione che la Corte prenderà.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Torino candidata per ospitare l’Epoa 2021: la prima volta per una città italiana

L'annuncio da parte del Coordinamento Torino Pride. E c'è il supporto di Roma e Milano.

30 settembre 2020

Legge Zan, si comincia il 20 ottobre: “Approviamola il 22”

"La discussione inizierà il 20 ottobre per approvare la legge il 22". Così, durante una…

30 settembre 2020

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020