Categorie: NewsVideo

“Sei maschio, non piangere”: Cracco sessista a Hell’s Kitchen

Pessimo scivolone sessista per Carlo Cracco a Hell’s Kitchen, il reality di cucina in onda su Sky Uno. Di fronte a una prova, un concorrente si trova ad attendere il giudizio dello chef forse più famoso del piccolo schermo, anche per i suoi modi molto bruschi e spesso impietosi nei confronti di chi si avventura tra i fornelli, sotto il suo implacabile sguardo. Eppure, tutto sembra andare per il verso giusto: «Il tuo piatto era buonissimo» sentenzia il cuoco stellato. Solo che

Il concorrente ripreso e umiliato

Il concorrente, evidentemente stupito per una valutazione così favorevole, non riesce a trattenere l’emozione e si commuove. La tensione accumulata e la consapevolezza di essere all’altezza della prova si sciolgono in una reazione emotiva, ma in fin dei conti molto composta. Ma a Cracco non piace e commenta quelle lacrime dicendo: «Ma cosa fai, ti metti a piangere? Ma sei così emotivo? Cazzo, mi sembri un barboncino di quelli che…» e lì il concorrente prova a fargli capire che quando si è contenti è una reazione normale. Ma Cracco sentenzia: «Ma sei un maschio, ma che emozione!»

Ancora stereotipi di genere

Non è ben chiaro quale tipo di barboncini e di specie canine conosca la star di programmi come Master Chef, anche perché non risulta che capiscano i complimenti umani e reagiscano piangendo. È invece tristemente evidente che per Cracco mostrare la propria umanità non è qualcosa che si addice al genere maschile, cavalcando i peggiori stereotipi di quel maschilismo becero e volgare che azzera i sentimenti, femminilizandoli e di conseguenza ascrivendo il “femminile” e la sua dimensione come qualcosa di sconveniente.

La fragilità è propria dell’uomo

Reazione, quella di Cracco, forse tipica di un certo tipo di maschio, ma non necessariamente da uomo. Inteso come individuo che fa spazio a sentimenti e fragilità, senza sentire il bisogno di provare vergogna e agitare censure. Sentimenti e fragilità che, forse sarà sorpreso il nostro a scoprirlo, fanno parte della dimensione umana. Tutta.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Italia Viva: “Il ddl Zan è da modificare”. E ora la legge è a rischio

La legge contro l'omobilesbotransfobia, la misoginia e l'abilismo rischia di saltare al Senato. Ecco perché.

21 aprile 2021

Ddl Zan ancora al palo: Ostellari tira in ballo la maggioranza di governo

E' ancora fumata nera sulla calendarizzazione del ddl Zan in Commissione Giustizia del Senato. L'ufficio…

20 aprile 2021

#diamociunamano, la campagna di Vanity Fair che travolge e dice sì alla legge Zan

Adesioni anche non scontate, ma sicuramente un punto a favore del ddl contro l'omo-transfobia.

17 aprile 2021

Il Senato dice sì alla cittadinanza italiana per Patrick Zaki

Con 208 sì, nessun contrario e 33 astenuti, il Senato ha detto sì alla cittadinanza…

14 aprile 2021

Legge Zan: Casellati firma per abbinare tutti i disegni di legge in Commissione Giustizia

L'agenzia di stampa AdnKronos riferisce che la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha…

13 aprile 2021

Persi milioni di euro e ridicolizzata dall’Europa: il destino Krasnik, città libera dall’ideologia Lgbt

Il sindaco si dice pentito, ma non riesce a ritirare la dichiarazione per l'opposizione dei…

13 aprile 2021