Categorie: News

Cagliari: identificati e denunciati i responsabili dell’aggressione omofoba a due adolescenti

Sono stati identificati e denunciati i responsabili dell’aggressione omofoba avvenuta alcuni giorni fa a San Sperate (Cagliari) vittime un ragazzo di 17 anni e un’amica di 18. I tre ragazzi di 17 anni adesso dovranno rispondere di lesioni e ingiurie. Resta al vaglio la posizione di un quarto indagato che non avrebbe avuto un ruolo diretto nel pestaggio, ma sarebbe stato proprio lui a chiedere al diciassettenne aggredito di incontrarsi a San Sperate.

Non una trappola come inizialmente ipotizzato, ma gli aggressori sarebbero in qualche modo venuti a conoscenza dell’incontro, presentandosi in piazza Deledda il giorno dell’appuntamento. Per l’identificazione si sono rivelate fondamentali le testimonianze raccolte dai carabinieri e soprattutto il video girato durante il pestaggio, poi fatto circolare sui social network.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020