Categorie: News

Torturarono e uccisero brutalmente una donna trans: 5 uomini condannati a 83 anni di prigione

Sono stati condannati ad un totale i 83 anni di prigione cinque degli otto uomini arrestati per il brutale omicidio della trans Dandara dos Santos, 42 anni. La donna è stata uccisa a marzo dello scorso anno, dopo essere stata sottoposta a violenze e torture di ogni genere.

Un’immagine dell’omicidio, tratte dal video

Gli assassini la hanno colpita a mani nude, con gli zoccoli, con aste di legno e sassi. Ad un certo punto, l’hanno scaraventata dentro una carriola e trasportata in un luogo in cui le hanno sparato due volte in faccia e colpita a morte con una grossa pietra.

Le condanne

Un delitto efferatissimo di cui esiste un video che testimonia tutte le torture a cui la donna trans è stata sottoposta, oltre che le sue inutili richieste di aiuto. Il video non è più disponibile.
Il tribunale ha condannato 5 degli 8 imputati tenendo conto della matrice di odio alla base dell’omicidio e della violenza con cui è stato compiuto.
Francisco José Monteiro de Oliveira Junior rimarrà dietro le sbarre per 21 anni per avere sparato alla donna. Jean Victor Silva Oliveira è stato condannato a 16 anni per avere colpito Dandara dos Santos con una tavola di legno. Rafael Alves da Silva Paiva e Francisco Gabriel dos Reis dovranno scontare entrambi 16 anni per averla presa a calci e colpita con degli zoccoli. L’uomo che le ha urlato contro insulti transfobici, Isaías da Silva Camurça, resterà in carcere per 14 anni e mezzo.

Le parole della madre

“Ho già perso molto e mi è rimasto sotto la pelle quello che questi uomini sono stati capaci di fare – ha commentato Francisca Ferreira de Vasconcelos, 75 anni, madre della vittima, che si è rifiutata di presenziare in aula -. Questo processo non cambierà niente nella mia vita. Ho ancora paura. Ho perso mio figlio per un pregiudizio e mio nipote su un marciapiede colpito da un proiettile, tutto nello stesso anno”.

Il Brasile in cima alle classifiche dell’odio

Il Brasile è il paese in cui si registra il maggior numero di omicidi di persone trans al mondo. Secondo il report presentato da Transgender Europe in occasione dell’ultimo Transgender Day of Remembrance, da ottobre 2016 a settembre 2017 in Brasile sono state uccise 171 persone trans. Secondo Antra, l’associazione brasiliana che si occupa di transgender e transessuali, solo a marzo di quest’anno si sono registrati 35 omicidi le cui vittime erano trans.

Condividi

Articoli recenti

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020

“Sono impegnata con una ragazza”: il coming out di Elly Schlein a L’Assedio

Il coming out in Tv, da Daria Bignardi, della rappresentante più votata in Emilia Romagna.

12 febbraio 2020

Zaky, la testimonianza di un amico: “Torturato anche io al Cairo”

Il ragazzo vive adesso a Berlino e ha fornito la sua testimonianza su cosa accade in Egitto ai prigionieri.

12 febbraio 2020

Primo matrimonio egualitario in Irlanda del Nord: le nozze di Sharni e Robyn

Il primo sì pronunciato da una coppia lesbica: il Irlanda del Nord la legge è cambiata a ottobre 2019.

11 febbraio 2020