Categorie: News

Torino: il Comune apre uno sportello per le coppie omogenitoriali

Il Comune di Torino non si è accontentato di iscrivere all’anagrafe i figli di due coppie di donne e di trascrivere il certificato di nascita dei gemelli di una coppia di uomini. Non curante delle critiche arrivate direttamente dalla Curia, l’ultima novità è l’istituzione di un vero e proprio sportello per fornire informazioni alle coppie di genitori dello stesso sesso.

Battaglia (Torino Pride, al centro) con i due papà nel giorno della trascrizione dell’atto di nascita dei loro figli

Basterà andare all’Ufficio Nascite

Presso l’Ufficio Nascite dello Stato Civile di Torino, infatti, si potrà “annotare nel caso di nascituri, i recapiti telefonici e la data presunta del parto. Qualora i figli siano già stati registrati in un altro Paese, i contenuti degli atti formati all’estero”. Il Comune comunica anche che non sarà necessario l’intervento di intermediari quali avvocati per potere espletare tutte le formalità necessarie. Insomma, tutto regolare come per le coppie eterosessuali che hanno dei figli. Qui tutte le informazioni dettagliate.

“Tutelare i nuovi cittadini e le nuove cittadine”

A diffondere la notizia è il Coordinamento Torino Pride. In una nota si legge la volontà di volere sfatare le “molte cose stupide che leggiamo i giro per i social”. “Il nostro lavoro a supporto e condivisione è serrato e in continuo accordo con tutti i soggetti coinvolti – spiega il Torino Pride -. Ringraziamo ancora l’Associazione Famiglie Arcobaleno per i consigli e le preziose indicazioni e ribadiamo che tutto questo continua ad essere fondamentale per tutelare i nuovi cittadini e le nuove cittadine italiane”.

Condividi

Articoli recenti

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020

“Sono impegnata con una ragazza”: il coming out di Elly Schlein a L’Assedio

Il coming out in Tv, da Daria Bignardi, della rappresentante più votata in Emilia Romagna.

12 febbraio 2020

Zaky, la testimonianza di un amico: “Torturato anche io al Cairo”

Il ragazzo vive adesso a Berlino e ha fornito la sua testimonianza su cosa accade in Egitto ai prigionieri.

12 febbraio 2020