Categorie: News

Secondo un rapporto della Cia Hitler era bisessuale mentre Hess era omosessuale

Hitler era bisessuale e Rudolf Hess, suo fedelissimo e assistente nella stesura del “Mein Kampf” era omosessuale. A rivelarlo è il dossier della Cia sul Führer che l’agenzia di intelligence ha appena desecretato. Secondo quanto riporta RaiNews, nel dossier intitolato “Tratti biografici di Hitler” e redatto nel 1943 l’antropologo Henry Field si basa sulle testimonianze di un amico e stretto collaboratore di Hitler: Ernst Franz Sedgwick Hanfstaengl. L’antropologo riporta, dunque, che il feroce dittatore era attratto sessualmente sia dagli uomini che dalle donne e che aveva una predilezione per le pratiche sadomaso.

L’omosessualità di Hess e la passione per i giovani

Il rapporto spiega che proprio Rudolf Hess fosse stato oggetto dei desideri sessuali di Hitler e che lo stesso Hess fosse omosessuale. Il vice di Hitler aveva anche un nomignolo, “freulein Anna”, che gli era stato affibbiato per via della sua passione per gli abiti femminili.
Field riferisce anche che il Führer amava “osservare i giovanotti”, traendone un “piacere estetico”. Tra il 1910 e il 1913, sempre secondo il dossier, Hitler frequentava una pensione per soli uomini a Vienna, dove “uomini anziani andavano alla ricerca dei giovanotti”.
Salito al potere, Hitler scelse alcune categorie di persone ritenute inferiori e/o pericolose per la Germania e la “razza ariana”. Tra quelle che subirono le persecuzioni, gli internamenti e lo sterminio si contano almeno 50 mila omosessuali.

Condividi

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020