Categorie: News

Napoli: aggredito da due minorenni perché gay

Un uomo di 36 anni è stato prima insultato e poi aggredito con una bottiglia di vetro e un bastone di legno. Perché? Perché l’uomo camminava mano nella mano con il proprio compagno. È successo ieri pomeriggio a Scampia, quartiere popolare di Napoli. Secondo quanto riportano le agenzie di stampa, la polizia ha identificato gli aggressori: due minorenni di 14 e 17 anni.

Prima gli insulti e poi le botte

I due ragazzi hanno dapprima insultato la coppia urlando frasi omofobe. In un secondo momento avrebbero lanciato una bottiglia di vetro contro il 36enne che poi è stato anche colpito con un bastone. La vittima è stata soccorsa dal 118 e trasportata in ospedale. Le sue condizioni fisiche non sono gravi, ma ha riportato una ferita lacero contusa alla testa per via dei colpi ricevuti.
Come detto, le indagini sono scattate immediatamente per quello che è stato subito identificato come un episodio di omofobia. I due minorenni sono stati denunciati per aggressione e del loro caso si occuperà la Procura per i Minorenni di Napoli. Al momento, i due giovanissimo aggressori non sono in stato di detenzione né di fermo.

Condividi

Articoli recenti

Rimini: per ordine del Tribunale, il Comune riconosce le due mamme di due bimbi

Il Tribunale di Rimini ha ordinato al Comune di Rimini di correggere l'atto di nascita dei figli di una coppia…

28 gennaio 2020

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020