Categorie: News

Il Michigan ha deciso di semplificare la vita alle persone trans ma non ai non-binary

È ufficiale: lo stato americano del Michigan renderà la procedura di adeguamento dei documenti per persone trans molto più facile. Ad annunciarlo è stata la Segretaria di Stato Jocelyn Benson.

LE NUOVE REGOLE IN MICHIGAN

Le nuove leggi entreranno in vigore immediatamente e permetteranno alle persone trans residenti in Michigan di cambiare il genere e il nome sui proprio documenti (carta di identità e patente) pagando una tassa di 9 o 10 dollari. Il pagamento di questa piccola tassa consentirà alle persone trans di effettuare il cambio di documenti presentando solo una domanda e una foto aggiornata, evitando loro di dover esibire certificato di nascita, ordinanza del giudice e passaporto. In passato, infatti, lo stato del Michigan richiedeva un passaporto o un certificato di nascita aggiornato per poter cambiare la carta di identità, creando così un cortocircuito.

80% DELLE PERSONE TRANS NON HA DOCUMENTI

Jocelyn Benson

La Segretaria di Stato ha annunciato questo provvedimento in una conferenza stampa tenuta insieme a Lilianna Angela Reyes e Jeynece Poundexter del Trans Sistas of Color Project, una associazione che cerca di portare alla luce le condizioni di vita delle donne trans afroamericane a Detroit. Benson ha dichiarato che nello stato del Michigan si stima che le persone trans senza documenti conformi siano l’81% e questo, secondo Pointdexter, «può creare confusione e misgendering, soprattutto quando hanno a che fare con le forze dell’ordine, con i medici o con chiunque altro».

GLI ALTRI STATI

Nello stato mormone dello Utah al momento vige una legislazione simile. Il numero di stati che consente alle persone trans di cambiare la carta di identità senza documentazione aggiuntiva sale così a 14. Il National Center for Transgender Equality afferma che in 18 stati Usa è necessario, per le persone trans, produrre una certificazione aggiuntiva. Questa va rilasciata da medici specializzati o da professionisti in campo psicologico e psichiatrico prima di poter cambiare il loro genere sulla carta di identità.

E LE PERSONE NON BINARIE?

La nuova legge del Michigan, tuttavia, non prevede deroghe per le persone non-binary. Queste deroghe invece sono previste in altri 18 stati. Quattro Stati – Mississipi, Montana, North e South Dakota – hanno delle leggi non chiare in proposito, vaghe o addirittura inesistenti. Altri nove stati richiedono prove del percorso chirurgico, un ordinanza del giudice o un certificato di nascita aggiornato: accade in Alabama, Georgia, Iowa, Kentucky, Louisiana, Oklahoma, South Carolina, Tennessee e Texas.

Condividi

Articoli recenti

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020

“Sono impegnata con una ragazza”: il coming out di Elly Schlein a L’Assedio

Il coming out in Tv, da Daria Bignardi, della rappresentante più votata in Emilia Romagna.

12 febbraio 2020