Categorie: News

“Legge spregevole”: i Pearl Jam annullano il concerto in North Carolina

“È con profonda considerazione e molto dispiacere che dobbiamo cancellare lo show Raleigh in North Carolina previsto per il 20 aprile prossimo. Questo turberà coloro che hano già acquistato i biglietti e potete stare certi che siamo ugualmente frustrati dalla situazione”. Così inizia il comunicato stampa con cui i Pearl Jam annunciano dal loro sito e dalla loro pagina Facebook che il concerto previsto per domani non ci sarà. Le ragioni? Come altri artisti prima di loro, la band non dìsi esibirà in protesta con la legge contro le persone lgbt recentemente approvata.

“La legge HB2 che è stata da poco approvata – continua la nota – è una legislazione spregevole che incoraggia la discriminazione contro un intero gruppo di cittadini americani. Le implicazioni pratiche sono ampe e l’impatto negativo su diritti umani basilari è profondo. Vogliamo che l’America sia un posto in cui nessuno possa essere cacciato da un’azienda per via di chi ama o licenziato dal proprio lavoro per chi è. È per questa ragione che dobbiamo prendere posizione contro il pregiudizio, insieme ad altri artisti e aziende, e unirci a chi in North Carolina sta lavorando per opporsi alla HB2 e porre rimedio a ciò che è inaccettabile. Abbiamo preso contatti con i gruppi locali e li finanzieremo per facilitare ogni progresso su questa questione. Nel frattempo, guarderemo con speranza al momento in cui potremo tornare. Forse per festeggiare. Con immensa gratitudine per la vostra comprensione – Pearl Jam”.

L’azione della band è solo l’ultima di una lunga serie di eclatanti gesti di protesta intrapresi in queste settimane da artisti di fama internazionale e da aziende, anche multinazionali, in difesa delle persone lgbt e contro le leggi non solo del North Carolina, ma anche del Tennessee e del Mississippi.
Ricordiamo, tra tutti, il concerto annullato da Bruce Springsteen, quello di Bryan Adams, quello di Ringo Starr e il corto che Sharon Stone ha deciso di andare a girare altrove.

Condividi

Articoli recenti

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020