Categorie: News

Parigi, sventato attentato Isis contro la comunità Lgbt

Un attentato contro la comunità Lgbt locale è stato sventato in Francia. A quanto si apprende dalle agenzie, «due individui di 21 e 24 anni sono stati arrestati sabato in Seine-et-Marne, nei pressi di Parigi e posti in detenzione provvisoria». La notizia è stata diffusa dopo un’inchiesta di 20 Minutes che rivela che i due uomini «intendevano attaccare, in nome dell’Isis, la comunità omosessuale».

Traditi dai social network

Un momento della commemorazione ad Orlando

Le operazioni di intelligence sono andate avanti, nei confronti dei due sospettati: «I loro piani non erano molto ben definiti» leggiamo su Lgbtq Nation, «ma gli elementi ci portano a credere che intendessero attaccare i gay». Le abitazioni dei due sono state perquisite e «sono stati trovati coltelli, altri oggetti atti ad offendere e materiale di propaganda jihadista». I due sono stati monitorati dalla polizia per via della loro intensa attività sui social network. Ciò ha fatto scattare le indagini e i due uomini sono infine stati catturati e posti in stato di fermo. È preoccupante, apprendiamo ancora, il grado di radicalizzazione che trova proprio nel web una forte cassa di risonanza. Per fortuna, in questo caso, i piani criminali dei due sono stati sventati.

Condividi

Articoli recenti

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020