Categorie: News

In Polonia una donna è stata arrestata per una Vergine Maria arcobaleno

Una donna è stata arrestata con l’accusa di aver offeso il sentimento religioso, dopo aver diffuso nella città di Plock, in Polonia, dei manifesti che ritraevano la Vergine Maria con l’aureola dipinta con i colori della bandiera arcobaleno. Ad annunciarlo lunedì su Twitter il ministro degli interni, Joachim Brudziński: “arrestata per aver compiuto una profanazione della Vergine Maria di Czestochowa“.

Due anni di prigione

La conferma è arrivata successivamente da una portavoce della polizia di Płock: una donna di 51 anni è finita in manette al ritorno da un viaggio all’estero, raggiunta in casa dalla polizia polacca che ha trovato diverse dozzine di immagini della Vergine Maria con l’aureola color arcobaleno.
La Madonna nera di Czestochowa è un’icona bizantina venerata che risiede nel monastero di Jasna Góra, il santuario cattolico più sacro della Polonia
Offendere il sentimento religioso in Polonia è un crimine del codice penale. Se giudicata colpevole la donna rischia fino a due anni di prigione.
Brudziński, ha descritto il poster come “barbaria culturale” e ha aggiunto: “Diffondere storie di libertà e tolleranza non da diritto a nessuno di offendere il sentimento dei credenti”.

Il PiS contro il movimento LGBT

In Polonia il partito di maggioranza Diritto e Giustizia (PiS) ha chiesto all’elettorato di votare alle elezioni europeo per scongiurare il rischio di una perdita dei valori del paese a scapito di quelli occidentali.
Lo scorso mese il presidente Kaczynski ha attaccato direttamente la comunità LGBT polacca: “Abbiamo a che fare con un attacco diretto alla famiglia e ai bambini, alla la sessualità dei bambini, da parte dell’intero movimento LGBT, del gender. Tutto questo l’abbiamo importato, ma oggi minacciano la nostra identità, la nostra nazione, la sua stessa esistenza e quindi lo Stato polacco”. ”

Condividi

Articoli recenti

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020

Potenza, aggredita ragazza: “Vuoi fare il maschio? Le persone come te devono morire”

Aggredita mentre camminava per strada, insultata e pestata a suon di pugni. E' a Giulia Ventura, una trentenne di Potenza…

18 gennaio 2020

“Cosa succede quando dico a qualcuno che sono demisessuale”

Riceviamo e pubblichiamo la storia di F.G. un ragazzo demisessuale.

16 gennaio 2020

Regno Unito: trasmissioni di HIV calate del 73 per cento tra gli uomini gay e bisessuali

Secondo quanto riferisce la BBC, nel Regno Unito il numero di diagnosi di HIV è drasticamente calato dal 2014 ad…

16 gennaio 2020