La Germania dice sì: sui documenti si potrà scegliere il terzo genere

Il Parlamento tedesco ha approvato una legge che aggiungerà il terzo genere ai certificati di nascita. Un voto considerato un successo dagli attivisti e le attiviste intersex e non-binari.
Lo spazio bianco introdotto nei documenti tedeschi nel 2013, sarà sostituito dalla dicitura “diverso” per chiunque non sia né maschio né femmina.
Anche le persone trans potranno cambiare il genere indicato alla nascita sui loro documenti, se lo vorranno, anche se perché questo sia possibile è ancora necessario che la decisione sia supportata da un parere medico.


La sentenza della Corte Costituzionale

Il voto sul terzo genere nei certificati di nascita è stato espresso ieri, 13 dicembre, dal Bundestag ed è la conseguenza della sentenza della Corte Costituzionale Federale, il tribunale di grado più alto del paese, in favore di una persona intersex che voleva che sui suoi documenti apparisse, appunto, il terzo genere. La sentenza risale a novembre dello scorso anno.
La Corte aveva ordinato che entro la fine del 2018 il Parlamento avrebbe dovuto riconoscere legalmente un’altra opzione di genere alla nascita o rimuovere del tutto l’indicazione dai documenti.
Era stata la stessa Angela Merkel, ad agosto, a votare favorevolmente l’aggiunta del terzo genere.

Non solo la Germania

Ad oggi, oltre che in Germania, il terzo genere sui documenti si può scegliere (o è in discussione) in Australia, Austria, Canada, Danimarca, India, Irlanda, Malta, Olanda, Nepal, Nuova Zelanda, Pakistan e Uruguay.
Anche alcuni stati degli Usa stanno facendo questo passo. Lo Stato di Washington lo ha annunciato all’inizio del 2018, mentre Washington DC è stato il primo territorio statunitense a permettere l’uso della “X” invece che “M” o “F” sui documenti. Subito dopo, anche l’Oregon ha adottato una legge simile.

(fonte: PinkNews)

Condividi

Articoli recenti

“Cosa succede quando dico a qualcuno che sono demisessuale”

Riceviamo e pubblichiamo la storia di F.G. un ragazzo demisessuale.

16 gennaio 2020

Regno Unito: trasmissioni di HIV calate del 73 per cento tra gli uomini gay e bisessuali

Secondo quanto riferisce la BBC, nel Regno Unito il numero di diagnosi di HIV è drasticamente calato dal 2014 ad…

16 gennaio 2020

“Le Sardine sbagliano Matteo”: come nasce lo shitstorm in rete

Il portavoce delle Sardine ha criticato Renzi in tv. E le reazioni dei supporter non sono state bellissime...

15 gennaio 2020

Nel mondo le donne lesbiche sono viste più positivamente degli uomini gay: lo rivela uno studio

Secondo uno studio condotto in 23 paesi sia occidentali che orientali, le donne lesbiche subiscono meno pregiudizio degli uomini gay

14 gennaio 2020

Chi era Alfredo Ormando, il gay che si diede fuoco a San Pietro

Ricordiamo l'anniversario della scomparsa del poeta omosessuale: un dito puntato contro l'omofobia della Chiesa.

13 gennaio 2020

La resilienza, la libertà e il bello di essere persone Lgbt+

Ascoltando tutti i giorni le notizie riguardanti la pervicace omobilesbotransfobia che inquina la nostra società, viene da chiedersi come facciano…

13 gennaio 2020