Categorie: News

Persecuzioni dei gay in Cecenia: la garante dei diritti umani russa vuole “aprire un’indagine criminale”

Dopo mesi di denunce da parte dei giornalisti di Novaya Gazeta, degli attivisti di Russian LGBT Network, delle associazioni di tutto il mondo e anche di alcuni capi di governo e ministri, forse siamo davanti ad una significativa svolta nella vicenda delle persecuzioni dei gay in Cecenia. La garante per i diritti umani in Russia, Tatyana Mokalkova ha dichiarato che ci sono gli estremi per “aprire un’indagine criminale” e “fornire protezione” a Maxim Lapunov considerato testimone-chiave. È quanto riporta l’agenzia di stampa russa Interfax.

Le accuse ufficiali del testimone

Maxim Lapunov è il primo russo ad aver formalmente accusato le autorità cecene di averlo sequestrato e torturato a causa del suo orientamento sessuale. “Sono state sollevate delle domande circa la ricerca dei testimoni che Lapunov ha indicato – ha detto Moskalkova – e credo che non siano ancora stati trovati a causa dell’attività insufficiente degli investigatori”.

Le prime denunce ad aprile scorso

Le prime denunce dalla Cecenia, grazie all’inchiesta pubblicata da Novaya Gazeta, risalgono allo scorso aprile. Da subito si parlò di centinaia di uomini prelevati e rinchiusi in prigioni segrete solo perché omosessuali. Le testimonianze raccolte in seguito hanno rivelato di torture e anche di alcuni decessi. Fin dall’inizio, il presidente della Cecenia Kadyrov, se da una parte negava le accuse, dall’altra negava addirittura l’esistenza di omosessuali nel suo paese contro cui, in ogni caso, invocava l’intervento delle famiglie. A loro veniva chiesto di “risolvere” il problema uccidendo i figli, fratelli e mariti gay in nome dell'”onore”. Un’azione che non sarebbe stata considerata reato, per le leggi locali.

Condividi

Articoli recenti

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020

Potenza, aggredita ragazza: “Vuoi fare il maschio? Le persone come te devono morire”

Aggredita mentre camminava per strada, insultata e pestata a suon di pugni. E' a Giulia Ventura, una trentenne di Potenza…

18 gennaio 2020

“Cosa succede quando dico a qualcuno che sono demisessuale”

Riceviamo e pubblichiamo la storia di F.G. un ragazzo demisessuale.

16 gennaio 2020

Regno Unito: trasmissioni di HIV calate del 73 per cento tra gli uomini gay e bisessuali

Secondo quanto riferisce la BBC, nel Regno Unito il numero di diagnosi di HIV è drasticamente calato dal 2014 ad…

16 gennaio 2020