Categorie: News

Caserta, villa confiscata alla camorra diventa rifugio per persone Lgbt

Nascerà a Castel Volturno il primo Centro Lgbt del Mediterraneo. E il progetto sembra ambizioso: «Sarà operativa una grande cucina abitabile, saranno attrezzate aree di co-working, spazi polifunzionali comuni» si legge sul Corriere.it, che riporta la notizia. Ma non solo: alcune camere, apprendiamo ancora, verranno utilizzate «per l’accoglienza temporanea di persone Lgbt in difficoltà, perché espulse dai contesti familiari e non ancora autonome». In una grande struttura, sottratta alla mafia e assegnata alle associazioni arcobaleno.

Un’iniziativa di Arcigay Caserta

La villa confiscata alla camorra

Il centro sorgerà, infatti, in una villa di trecento metri quadrati, già confiscata alla criminalità organizzata e assegnata all’associazione Rain Arcigay Caserta Onlus. Un gesto importante, non solo per la lotta alla discriminazione omo-transfobica – sono numerosi, purtroppo, i casi in cui adolescenti e persone Lgbt vengono cacciate di casa – ma anche nella lotta alle mafie nel nostro Paese. Per finanziare il progetto, si può partecipare al crowdfunding lanciato dall’associazione casertana, attraverso una donazione.

Gli altri edifici confiscati alla camorra

Non è il primo caso in cui un edificio appartenuto a realtà criminali viene assegnato ad associazioni Lgbt. Ricordiamo, infatti, i due immobili – sempre confiscati alla mafia, ad Acqualadroni e Mili Marina – ed assegnati all’associazione Arcigay Messina “Makwan” allo scopo di realizzare un pronto soccorso sociale e un presidio di accoglienza per presone Lgbt in difficoltà; ed anche il progetto della precedente giunta di Giuliano Pisapia, a Milano, per destinare un altro immobile per un progetto con le stesse finalità.

Condividi

Articoli recenti

Rimini: per ordine del Tribunale, il Comune riconosce le due mamme di due bimbi

Il Tribunale di Rimini ha ordinato al Comune di Rimini di correggere l'atto di nascita dei figli di una coppia…

28 gennaio 2020

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020