Categorie: News

Cara Delevigne: «Weinstein disse “da lesbica non farai carriera”»

Anche l’attrice Cara Delevigne è stata vittima del tycoon del cinema Harvey Weinstein che l’avrebbe costretta a fingersi etero per fare carriera.

CARA DELEVIGNE

Attualmente impegnata nella produzione Amazon Prime Carnival Row, con Orlando Bloom. È stata prima modella, poi attrice: Cara Delevigne ha iniziato la sua carriera cinematografica nel 2014 partecipando a diverse pellicole. Da là ha iniziato a farsi notare, per bravura e bellezza, fino al 2016, anno in cui ha incontrato Weinstein e le molestie sono iniziate.

IL RAPPORTO CON WEINSTEIN

È stata proprio Cara Delavigne a raccontare che «Una delle prime cose che Weinstein mi ha detto è stata che non ce la avrei mai fatta nel mondo del cinema come donna lesbica. Mi disse di farmi crescere la barba. Quando ho iniziato a fare provini faceva nomi di donne delle quali sono amica, donne famose, chiedendomi se avessi fatto sesso con loro. Era fuori di testa».

MOLESTIE

Cara Delevigne sostiene che in un altra occasione Weinstein avrebbe provato a toccarla in maniera inappropriata. Le avrebbe anche chiesto di baciarsi in maniera decisa con un altra attrice davanti a lui.

LE ACCUSE CONTRO WEINSTEIN

A oggi sono più di cento, la maggior parte attrici famose, ad aver accusato Weinstein di essersi comportato in maniera scorretta, di averle molestate e stuprate. Tra di loro: Rose McGowan, Gwenyth Paltrow, Angelina Jolie, Cate Blanchett, Lupita Nyong’o e Daryl Hannah. Weistein è in attesa di essere processato con l’accusa di stupro.

Condividi

Articoli recenti

L’Uganda vuole introdurre la pena di morte per gli omosessuali

Il presidente ugandese si dice fiducioso che la legge passerà, appena presentata in parlamento.

11 ottobre 2019

Studente picchiato: aggressione omofoba a Firenze

Il Corriere Fiorentino, nella sua edizione cartacea odierna, ha denunciato un'aggressione omofoba avvenuta a Firenze. LA RICOSTRUZIONE Secondo quanto riportato…

11 ottobre 2019

Coming out day, l’appello di Cirinnà: “Ora una legge contro le discriminazioni”

In occasione dalla giornata del Coming Out Monica Cirinnà, senatrice dem, lancia un appello: subito una legge contro le discriminazioni.…

11 ottobre 2019

Stati Uniti, Itali Marlowe è la ventesima vittima trans del 2019

Itali Marlowe è la ventesima vittima trans dall’inizio del 2019 negli Stati Uniti. La quarta nello stato del Texas. Cosa…

10 ottobre 2019

Verona, torna a celebrare messa il prete che ha sposato il compagno

Nel 2017 era scappato per sposare il compagno alle Canarie, oggi il prete di Verona torna a celebrare la messa.

10 ottobre 2019

Ferrara, il sindaco Fabbri cambia idea: patrocinio concesso: ma ora Arcigay lo rifiuta

Il sindaco di Ferrara Alan Fabbri concede il patrocinio all'evento sul coming out. Arcigay però decide di rifiutarlo.

10 ottobre 2019