Categorie: News

Bolsonaro denunciato all’Onu dal movimento lgbt brasiliano

Bolsonaro potrebbe rispondere della sua omofobia davanti all’Onu. Sì, perché a chiedere l’intervento delle Nazioni Unite è stato il movimento lgbt brasiliano stanco di quella che definisce una “persecuzione” vera e propria.
Ma non è tutto. Proprio in ragione di questa persecuzione subita, secondo quanto riporta l’Ansa, le associazioni chiedono all’Onu che Jair Bolsonaro venga escluso dal Consiglio per i diritti umani.

“Una persecuzione esplicita”

“In Brasile viviamo un momento di persecuzione esplicita contro le persone Lgbt e contro qualsiasi manifestazione sulla diversità” scrive in una nota l’Abglt (Associazione brasiliana di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali).
L’Associazione si è detta anche contraria alla rielezione del Brasile come membro del Consiglio dei diritti umani, il cui Alto Commissario è l’ex presidente cilena Michelle Bachelet.
“I difensori dei diritti umani – recita la dichiarazione presentata al Consiglio dei diritti umani dell’Onu -, non solo quelli che lavorano su questioni Lgbt, temono per le loro vite in Brasile”.

Condividi

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020