Categorie: Cool

“Le 120 giornate di Sodoma” del Marchese De Sade dichiarato “bene nazionale” francese

“Le 120 giornate di Sodoma, ovvero la scuola del libertinaggio” il romanzo scritto dal Marchese de Sade nel 1785 in cui l’autore racconta di un gruppo di aristocratici che, rinchiusi in un castello, si dedicano a orge e perversioni di ogni genere è ufficialmente bene nazionale francese. Lo ha deciso il governo guidato da Macron.

Circa 600 tipi di piaceri e 150 racconti

Nel romanzo Sade illustra 600 tipi di piaceri elencati in 150 storie che vanno dalle passioni semplici, a quelle doppie, a quelle criminali fino a quelle omicide. Tra le “passioni” troviamo la zoofilia, gli stupri, le flagellazioni, gli incesti fino alle mutilazioni e a pratiche che portano alla morte. Il riconoscimento come bene nazionale farà sì che il rotolo su cui è scritta l’opera, lungo 12 metri, non potrà uscire dalla Francia per i prossimi 30 mesi.

Il governo proverà a vincere l’asta

Essendo in corso un’asta, in questi mesi il governo proverà ad acquistarlo. Il manoscritto è stato assicurato dal gruppo Lloyds per un valore di 12 milioni di euro. Il Marchese De Sade lo scrisse in un unico foglio di carta realizzato incollando fra loro diverse pagine, per poterlo nascondere durante la detenzione alla Bastiglia e lo perse mentre veniva trasferito in un manicomio 10 giorni prima della dello scoppio della Rivoluzione Francese.

Censurato fino al ‘900

Le sue controverse opere, note in tutto il mondo, rimasero censurate e, quindi, non pubblicate in Francia fino al ‘900. Lo stesso autore definì Le 120 giornate di Sodoma come “racconto più impuro che mai sia stato fatto da che il mondo è il mondo”. Al romanzo si ispira il celebre film di Pier Paolo Pasolini “Salò o le 120 giornate di Sodoma” i cui protagonisti sono, però quattro rappresentati dei poteri della Repubblica di Salò.

Condividi

Articoli recenti

Lesbiche, minorenni e innamorate. Fuga d’amore da Nizza alla Calabria

Un amore lesbico osteggiato dalle famiglie, una fuga per migliaia di chilometri e un intero paese disposto ad aiutarle. È…

13 dicembre 2019

Uk, Boris Johnson ha vinto: cosa devono aspettarsi le persone Lgbt+?

La notizia ha iniziato ad aleggiare nell’aria fin dai primi exit poll di ieri sera. I Conservatori hanno stravinto le…

13 dicembre 2019

Aveva raccontato le terapie riparative: donna lesbica trovata senza vita

Prime le terapie riparative, poi il ricovero per autolesionismo. Alan Chen aveva raccontato la sua storia al Denver Post ad…

13 dicembre 2019

YouTube, nuove regole per mettere alla porta l’hate speech

Proprio ieri YouTube ha annunciato una nuova politica che metterà al bando gli youtuber che creano contenuti violenti. Le nuove…

12 dicembre 2019

Omofobia, uomo denuncia madre e fratello: «Solo il suicidio salva il disonore»

L’omofobia è una cosa orribile, quando avviene in famiglia assume contorni ancora più terribili. Un uomo di Arborea, in provincia…

12 dicembre 2019

Finalmente le donne dello sport potranno essere considerate professioniste

Vi verrebbe mai di mettere in dubbio che Sara Gama, la capitana della nazionale femminile di calcio sia una professionista?…

12 dicembre 2019