Categorie: Rainbow

Nasce il progetto “Phabula”: perché il bullismo è una brutta storia

Il bullismo è una brutta storia, lo sappiamo benissimo. E tra le cose che possiamo fare per combatterlo, c’è quella di trovare una narrazione nuova. Una storia diversa, insomma. Una “favola” moderna contro discriminazioni, pregiudizi e discorsi d’odio che avvengono ancora, al giorno d’oggi, nel mondo della scuola e tra le giovani generazioni. Per questa ragione è nato il concorso “Una Phabula contro il bullismo”, a cura di Frame Sicilia e finanziato dalla Regione.

Una storia per immagini

Come si legge sul sito del progetto, di cui Gaypost.it è media partner, partecipare è molto semplice: «Posta su Instagram un contenuto contro il bullismo omofobico (un breve testo e un’immagine originale) con hashtag #unaphabulacontroilbullismo». E il gioco è fatto. Al concorso, leggiamo ancora, può accedere chiunque, ma «è rivolto soprattutto ai giovani dai 14 ai 30 anni residenti in Sicilia». Vincerà l’immagine che riceverà un maggior numero di like. Anzi, di cuori.

Le regole del concorso

Il premio consisterà in un buono del valore di 50€, oltre a cinque libri a tematica Lgbt e sulla diversità. Verranno premiati, inoltre, chi si classificherà fino al quindicesimo posto con libri e con gadgets curati da Salvo La Maglietta. Il concorso è iniziato il 17 maggio, in occasione alla Giornata internazionale contro omo-transfobia e si chiuderà il 28 giugno. Altra data simbolica, quest’ultima, perché ricorda i moti di Stonewall del 1969, a New York, da cui sono nati i pride che oggi celebriamo in tutta Italia e nel mondo. E allora, prendete in mano il telefonino e partecipate. Per una storia diversa, per una favola a lieto fine contro il bullismo.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Bologna: il Tribunale per i minori segna un altro passo avanti per i diritti dei bimbi arcobaleno

Una famiglia arcobaleno ha ricevuto una sentenza che segna un nuovo passo avanti nella battaglia…

10 luglio 2020

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020