News

Annullato anche il Torino Pride: “Un flash mob e una campagna per comprare mascherine”

Prepariamoci, perché ormai è chiaro che a comunicazioni come questa, come quella del Roma Pride e dell’Umbria Pride, ne seguiranno molte nei prossimi giorni.
Con una nota diffusa questa mattina, il Coordinamento Torino Pride fa sapere di avere annullato la parata di quest’anno prevista per il 20 giugno. La ragione è facilmente immaginabile: l’emergenza coronavirus impedisce di programmare manifestazioni di qualsiasi tipo.

Impossibile fare il Torino Pride

“E’ impossibile poter svolgere il Torino Pride il 20 giugno – si legge nella nota- . La parata sarà organizzata quando ci saranno i presupposti per poterlo fare in sicurezza e con tutte le caratteristiche che da sempre caratterizzano la manifestazione simbolo dell’orgoglio LGBTQI”. Impossibile fare previsioni.
Il coordinamento, però, lascia l’appuntamento del 20 per un’altra iniziativa. Simbolicamente, spiegano, sarà organizzato in quel giorno “un flash mob all’insegna dell’arcobaleno che coinvolga tutta la città e che verrà progettato con prezioso il contributo dalle associazioni lesbiche, gay, bisessuali e transgender piemontesi che compongono il coordinamento”.

“Travolgiamo Torino”

“Il nostro auspicio è di travolgere Torino, nel giorno in cui avrebbe dovuto accogliere la nostra parata dell’orgoglio – è il commento della coordinatrice Giziana Vetrano -, con un’ondata di colore. Speriamo che tutti i balconi della città possano vestirsi di arcobaleno. Che le gente possa esprimere la propria gioia come e dove può. Sul proprio balcone, sui social o in strada, se sarà possibile. Vorremmo che in quella giornata il Municipio, le case, il Palazzo della Regione e le pagine social delle cittadine e dei cittadini potessero esporre un riferimento rainbow. Speriamo, poi, di poter organizzare il pride vero e proprio al più presto”.

I fondi per le mascherine

Ma proprio data la ragione per cui la parata non ci sarà, il Torino Pride ha attivato una raccolta di fondi per acquistare 10.000 mascherine da destinare agli operatori e alle operatrici della sanità della Città della Salute e della Scienza di Torino.
Il primo a versare un contributo sarà proprio il Torino Pride. All’acquisto delle mascherine, infatti, sarà destinata una parte del denaro già raccolto per la parata del 20 giugno.

Come contribuire

Chiunque volesse può versare anche un piccolo contributo all’IT24 T030 6909 6061 0000 0015 730 del Coordinamento Torino Pride con causale COVID19.
“Crediamo che responsabilità, in questo momento, debba essere la parola d’ordine per tutte e tutti – conclude Vetrano -. Poter contribuire, nel nostro piccolo – con questa campagna a una necessità reale, per noi, è un motivo di orgoglio”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Bruciamo tutto”: perché, da maschio, dico che il patriarcato è il problema

Vogliamo parlare di patriarcato? Parliamone.  A inizio anno, a gennaio inoltrato, sono stato invitato a…

23 Novembre 2023

La storia di Andrea, in riva al mare di Sicilia, per raccontare la realtà queer

Una storia che parla di libertà e scoperta di sé. È questa la "poetica" –…

26 Ottobre 2023

LottoxMile, la raccolta fondi per aiutare Milena Cannavacciuolo

«Siamo le amiche e la compagna di Milena. Questo è un appello d’amore per Milena.…

24 Ottobre 2023

Gianni Vattimo, addio al filosofo del “pensiero debole”

È morto ieri in tarda serata, a 87 anni, il filosofo Gianni Vattimo. Una delle…

20 Settembre 2023

Arim 2023, a parco Sempione a Milano la lotta all’HIV a suon di musica

Si terrà il 19 settembre 2023, a Milano, all'Arena Civica di Parco Sempione. Stiamo parlando…

18 Settembre 2023

Cosa significa far parte della comunità Lgbt+

In questi giorni ha fatto scalpore, su ciò che resta di Twitter, lo stato di…

16 Agosto 2023