Categorie: News

Il prezzo dell’omofobia. Kim Davis l’impiegata anti-matrimonio egualitario dovrà pagare anche le spese processuali

“In missione per conto di Dio”, l’impiegata comunale del Kentucky che ha rifiutato la licenza matrimoniale a diverse coppie gay adesso dovrà pagare 225,000 dollari di spese processuali. Gli avvocati del governatore del Kentucky Matt Bevin hanno infatti dichiarato che dovrà essere Kim Davis a pagare personalmente i costi della corte dopo essere stata citata in giudizio dalle coppie dello stesso sesso.

Simbolo dei movimenti omofobi

La vicenda della funzionaria anti-lgbt Kim Davis, 49 anni della contea di Rowan, Kentucky, è nota. Siamo nell’agosto del 2015, Kim Davis si rifiuta di rilasciare le licenze di matrimonio ad alcune coppie omosessuali dicendo di agire «sotto l’autorità di Dio». Presenta istanze a una Corte federale e poi alla Corte Suprema per vedere riconosciuta la propria posizione e ottenere l’autorizzazione a una sorta di obiezione di coscienza. A fine agosto la sua richiesta viene respinta dalla Corte Suprema, ma Davis non cambia atteggiamento sul posto di lavoro.

Successivamente viene arrestata per non avere rispettato la sentenza del tribunale federale con l’ordine di concedere quel tipo di licenze. Sei giorni in carcere la fanno diventare un simbolo per i movimenti omofobi.

Condividi

Articoli recenti

Università russa spia studente: «Sei gay». E rischia l’espulsione

L'università degli Urali ammette di controllare i social degli studenti e ne accusa uno di fare propaganda gay

20 settembre 2019 2:04 PM

Omofobia in Puglia, altra coppia gay allontanata da un lido a Gallipoli

La denuncia da parte di un ragazzo di trentasei anni e del suo compagno.

20 settembre 2019 1:30 PM

Lorenzin nel Pd, Toccafondi in Italia Viva: i gay di partito non hanno niente da dire?

Arrivano gli omofobi dentro Pd e il nuovo partito di Renzi: le pattuglie Lgbt non hanno niente da dire?

20 settembre 2019 12:15 PM

Lorenzin, strigliata della senatrice Cirinnà al Pd: “A che punto siamo sui diritti?”

Aver piazzato alle Pari Opportunità Elena Bonetti rallegra fino a un certo punto: Lorenzin non è gay-friendly.

19 settembre 2019 8:23 PM

Some Prefer Cake, torna il festival del cinema lesbico a Bologna

Torna l'appuntamento voluto dall'attivista Luki Massa, prematuramente scomparsa.

19 settembre 2019 3:13 PM

Angelo e Andrea avranno la video sorveglianza grazie a Facebook

La coppia gay minacciata e aggredita a Verona ha raccolto 7000 euro grazie alla piattaforma del social network per le…

19 settembre 2019 2:47 PM