Categorie: Rainbow

Vivi il tuo arcobaleno: nasce LYR, il progetto di consulenza Lgbt+

«Nell’esercizio della professione di psicologo non c’è spazio per la pratica dell’omofobia» citano Jean Paul Malfatti quelli di LYR – Live Your Rainbow, che ricorda ancora: «o si è psicologo o si è omofobo. Credere di poter fare tutti e due è roba da chi ha seriamente bisogno di andare dallo psichiatra». Perché l’omofobia, se ci fosse ancora bisogno di ribadirlo, non è un’opinione ma solo una forma d’odio e crea problemi, a giovani e adulti. E allora, a volte, occorre correre ai ripari. Un team di psicologi e psicologhe ha deciso, perciò, di scendere in campo.

Il servizio di consulenza

Ed è così che nasce LYR – Live Your Rainbow (per contattare il servizio, cliccare qui) una rete di professionisti che offre accoglienza e sostegno, con un primo colloquio gratuito, alle persone Lgbt+, proponendo servizi specifici di consulenza psicologica, sessuologica, medica e legale e di psicoterapia. «Vivi il Tuo Arcobaleno» è il motto, la sintesi del progetto, che ha come obiettivo il benessere psicologico e affettivo-sessuale della gay community, per vivere in modo autentico la propria identità.

Vivere il proprio arcobaleno

«Alla base del progetto LYR c’è il rispetto di se stessi e lo sviluppo di una cultura delle differenze» dichiarano gli esperti e le esperte del team. «È nella diversità che si arricchisce l’incontro con l’altro. In poche parole, la crescita». Motore di tale rete è un buon lavoro integrato tra figure professionali ciascuna con specifiche competenze, ma interconnesse tra di loro. «LYR è un viaggio, appena iniziato, che vuole percorrere molta strada in compagnia della comunità Lgbt+ e ha come obiettivo il benessere della comunità Rainbow». Affinché ciascuno possa trovare e vivere il proprio Arcobaleno.

Condividi

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020