Categorie: News

Bangladesh: le liste elettorali sarano divise in uomini, donne e hijra

Maschio, femmina o hijra. La Commissione Elettorale del Bangladesh ha deciso di includere il terzo genere nelle liste elettorali del paese. Finora, le persone che si identificano come hijra, definizione sotto la quale ricadono le persone trans e intersex nell’Asia del Sud (anche se un report di Human Rights Watch del 2016 sottolineò come ci sia molta confusione su chi possa identificarsi come hijra), dovevano scegliere se farsi inserire nelle liste elettorali degli uomini o delle donne. Ad un anno dal riconoscimento ufficiale delle hijra da parte della legge del Bangladesh, avranno il loro elenco dedicato.

Modificare leggi e regolamenti

“E’ necessario modificare la legge e i regolamenti attuali per includere hijra come identità di genere insieme a uomo e donna nelle liste con le informazioni sugli elettori” ha scritto la Commissione Elettorale in un comunicato stampa.
Il ministero del Welfare del paese stima che sul territorio nazionale vivano circa 10.000 hijra.
Secondo le denunce di Human Rights Watch, nonostante il riconoscimento per legge, le persone hijra vivono ancora alti livelli di discriminazione sociale e non esiste una politica che definisca con chiarezza come cambiare il genere sui documenti per chi lo volesse.

Condividi

Articoli recenti

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020