Categorie: News

Vendeva mojito al Pride di Modena: denunciata. Le ritirano il reddito di cittadinanza.

Vendeva alcolici senza licenza durante il Pride di Modena e le hanno revocano il reddito di cittadinanza. Protagonista della vicenda una 39enne bergamasca, ma residente a Pistoia.

AL PRIDE UN MOJITO SALATO

La donna si era presentata al Pride modenese con un carrello della spesa adibito a bancone del bar dal quale la barlady improvvisata pestava mojito e lo rivendeva alla gente. Un’attività che il primo giugno, data del Pride, le aveva fruttato 400 euro, ma che non è passata inosservata. Secondo quanto riporta l’agenzia Dire, la polizia locale, oltre a sanzionarla sul momento per oltre cinquemila euro per somministrazione di alcolici su suolo pubblico senza autorizzazione, le ha sequestrato le bottiglie di rum e ha avviato ulteriori controlli.

IL RITIRO DEL REDDITO DI CITTADINANZA

I controlli hanno coinvolto anche Inps e Agenzia delle entrate. Dagli accertamenti incrociati è venuto fuori che la donna era beneficiaria del reddito di cittadinanza già da aprile e che nello stesso periodo durante il quale ne usufruiva aveva attivato una partita iva per attività di spettacolo. Dopo la scoperta la donna è stata deferita all’autorità giudiziaria e l’Inps le ha già revocato il reddito di cittadinanza. La donna dovrà restituire i circa 3mila euro percepiti fino ad adesso. La Polizia locale di Modena, dopo averla rintracciata in un paesino del bolognese, l’ha denunciata per truffa ai danni dello Stato.

Condividi

Articoli recenti

Toilette “gender free”: all’Università di Torino è scontro con i collettivi di destra

L'iniziativa mandata avanti da un collettivo indipendente. Ma la destra nostalgica non ci sta...

6 dicembre 2019

Seattle, 10.000 lucine di Natale arcobaleno contro i vicini bigotti

L'iniziativa di una donna gay-friendly, contro i vicini omofobi. Succede a Seattle, negli USA.

6 dicembre 2019

Boston, giovane uomo aggredito con pala e taglierina perché gay

Un'aggressione immotivata, per le strade di Boston.

6 dicembre 2019

Gran Bretagna, nasce primo bambino da “gravidanza condivisa”

Dalla Gran Bretagna una nuova tecnica, che permette di "condividere" la maternità.

5 dicembre 2019

Vuole comprare un gatto: «Non vendiamo a transessuali». La denuncia

«Evidentemente quando il venditore ha visto la mia foto profilo su WhatsApp, si è indignato, è rimasto sconvolto».

5 dicembre 2019

Lipsia, l’allenatore Nagelsmann a favore del coming out

Un'importante apertura dal mondo del calcio, tradizionalmente ostile al mondo Lgbt+.

5 dicembre 2019