Categorie: News

Voci arcobaleno contro l’omotransfobia. Ecco gli appuntamenti dei cori Lgbt

I cori LGBT italiani nelle vie, nelle piazze e nelle sale da concerto. Da nord a sud, in tredici città italiane per celebrare la giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia e per sensibilizzare la società attraverso la musica e il canto sulle discriminazioni e le violenze contro le persone LGBT. All’indomani della chiusura del Festival che ha portato a Perugia oltre 350 coriste e coristi arcobaleno, Cromatica – Associazione Nazionale Cori Arcobaleno – promuoverà un cartellone di eventi musicali e corali che coinvolgeranno 10 cori lgbt. Le città interessate: Asti, Bari, Bologna, Firenze, Milano, Padova, Pisa, Perugia, Roma, Noicattaro (BA), Taranto, Terni, e Torino.

Guardando al “Various Voices”

Il cartellone di quest’anno è la prima iniziativa dell’associazione Cromatica in vista di *Various Voices*, il festival dei cori LGBT europei che nel 2022 si terrà a Bologna.
Tra le novità: 3 appuntamenti in Puglia a cura del coro Lgbt pugliese RicchiToni a Noicattaro il 12 maggio, a Bari il 17 e a Taranto il 18 in occasione del Pride tarantino, un concerto a Pisa il 25 maggio in collaborazione con Pinkriot Arcigay in cui si esibiranno i cori LGBT romani Roma Rainbow Choir e Parruccoro insieme con il coro rainbow fiorentino Choreos che sarà concluso dall’esibizione del Cromatica Chorus, e un concerto ad Asti il 18 maggio a cura di Qoro, il coro queer torinese.

Gli appuntamenti

Il 17 maggio sarà la giornata centrale del cartellone con numerosi eventi: a Bologna il concerto di Komos, coro gay bolognese, vedrà ospite il coro LGBT di Praga “Doodles” e sarà concluso dalla premiazione del concorso di Composizione Internazionale Corale a tematica LGBT promosso da Komos e patrocinato dall’associazione Cromatica; a Milano il concerto “Everything is possible” nell’ambito della rassegna “Anima e cori” a cura della Biblioteca di Affori; a Perugia la quinta edizione di “Io canto per te” che quest’anno chiude la rassegna regionale umbra semestrale “Voci per l’uguaglianza”; a Roma i cori capitolini Roma Rainbow Choir e Parrucco si esibiranno in un evento in collaborazione con Arc Cagliari e il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli; a Firenze “Liberi di amare” sarà l’evento organizzato da Choreos che vedrà la partecipazione di prestigiosi cori come Animae Voces, Academy Singers, Coro dell’Università di Firenze e il Gonzaga University Choir dagli Stati Uniti; a Terni sarà protagonista il flash mob corale di Stranivari; a Torino il Qoro, il coro con la Q animerà una serata di letture canti e riflessioni presso la Chiesa Valdese. Canone Inverso festeggerà i suoi primi 5 anni di attività corali contro le discriminazioni con “Compleanno Inverso”, evento che si terrà a Padova il 19 maggio.

La musica contro le discriminazioni

«La coralità LGBT italiana sta vivendo una grande vivacità – dichiara Matteo Montanari vicepresidente dell’Associazione Cromatica – è segno che lotte, rivendicazioni e sensibilizzazione alle tematiche della non discriminazione possono acquisire grande slancio attraverso la musica corale. C’è particolare bisogno di arrivare a tutti i settori della società – conclude Montanari- soprattutto in un momento storico come quello che stiamo vivendo in cui episodi di discriminazione, incitamento all’odio, e violenze contro le persone LGBT si sono intensificati. Le coriste e i coristi arcobaleno usano le proprie voci per affermare i diritti LGBT e per contrastare ogni forma di discriminazione e invitano tutte e tutti ad unirsi in coro contro l’omotransbifobia».

Condividi

Articoli recenti

Toilette “gender free”: all’Università di Torino è scontro con i collettivi di destra

L'iniziativa mandata avanti da un collettivo indipendente. Ma la destra nostalgica non ci sta...

6 dicembre 2019

Seattle, 10.000 lucine di Natale arcobaleno contro i vicini bigotti

L'iniziativa di una donna gay-friendly, contro i vicini omofobi. Succede a Seattle, negli USA.

6 dicembre 2019

Boston, giovane uomo aggredito con pala e taglierina perché gay

Un'aggressione immotivata, per le strade di Boston.

6 dicembre 2019

Gran Bretagna, nasce primo bambino da “gravidanza condivisa”

Dalla Gran Bretagna una nuova tecnica, che permette di "condividere" la maternità.

5 dicembre 2019

Vuole comprare un gatto: «Non vendiamo a transessuali». La denuncia

«Evidentemente quando il venditore ha visto la mia foto profilo su WhatsApp, si è indignato, è rimasto sconvolto».

5 dicembre 2019

Lipsia, l’allenatore Nagelsmann a favore del coming out

Un'importante apertura dal mondo del calcio, tradizionalmente ostile al mondo Lgbt+.

5 dicembre 2019