Categorie: News

«I gay devono rimanere single e illibati»: si dimette cappellano scolastico

Il cappellano di una scuola d’eccellenza inglese, di impronta metodista, si è dimesso dopo aver affermato che le persone omosessuali dovrebbero rimanere «single e illibate».

LA STORIA

Il reverendo David Hull, cappellano della chiesa scolastica di Kingswood a Bath dal 2015, avrebbe creato tensioni dichiarando la sua opposizione al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Il commento offensivo di Hull è arrivato alla conferenza metodista di luglio, dove la chiesa aveva largamente votato a favore del matrimonio egalitario. Ma ad Hull non andava bene e al gruppo di news cristiane Premier ha detto: «Come metodisti è nostra convinzione che il significato della buona novella sia che Dio, nella creazione, voglia due cose: o sei sposato, per sempre, con un uomo o con una donna, oppure devi restare single e celibe, come era Gesù».

LA DIFESA DEL CAPPELLANO

La Kingswood School

La visione di Hull non è stata condivisa dalla scuola che si è dichiarata «comunità accogliente e inclusiva e che promuove fiducia, apertura mentale e tolleranza». Quattro mesi dopo, i commenti conseguenti all’uscita di Hull hanno portato alle sue dimissioni. In una lettera indirizzata agli insegnanti, ai genitori e agli altri membri della comunità scolastica Hull ha scritto: «Fin dall’estate i commenti che ho fatto in un dibattito interno alla chiesa metodista sono circolati tra gli studenti, tra lo staff e tra i genitori. Questo ha portato a tensioni che non servono a niente nella comunità scolastica».

LE CONSEGUENZE

Sempre per Hull, «non ci sono stati segnali, da parte della scuola o della chiesa, sul fatto che io abbia sbagliato a fare quei commenti. La visione che ho espresso è stata riconosciuta come in linea della corrente posizione della chiesa e continuerà a essere affermata. Ciononostante la situazione ha bisogno di essere risolta. Quindi ho richiesto alla chiesa una risoluzione immediata della mia posizione come cappellano della scuola: mi è stata garantita subito». Il preside, Simon Morris, gli ha augurato ogni bene.

Condividi

Articoli recenti

Lesbiche, minorenni e innamorate. Fuga d’amore da Nizza alla Calabria

Un amore lesbico osteggiato dalle famiglie, una fuga per migliaia di chilometri e un intero paese disposto ad aiutarle. È…

13 dicembre 2019

Uk, Boris Johnson ha vinto: cosa devono aspettarsi le persone Lgbt+?

La notizia ha iniziato ad aleggiare nell’aria fin dai primi exit poll di ieri sera. I Conservatori hanno stravinto le…

13 dicembre 2019

Aveva raccontato le terapie riparative: donna lesbica trovata senza vita

Prime le terapie riparative, poi il ricovero per autolesionismo. Alan Chen aveva raccontato la sua storia al Denver Post ad…

13 dicembre 2019

YouTube, nuove regole per mettere alla porta l’hate speech

Proprio ieri YouTube ha annunciato una nuova politica che metterà al bando gli youtuber che creano contenuti violenti. Le nuove…

12 dicembre 2019

Omofobia, uomo denuncia madre e fratello: «Solo il suicidio salva il disonore»

L’omofobia è una cosa orribile, quando avviene in famiglia assume contorni ancora più terribili. Un uomo di Arborea, in provincia…

12 dicembre 2019

Finalmente le donne dello sport potranno essere considerate professioniste

Vi verrebbe mai di mettere in dubbio che Sara Gama, la capitana della nazionale femminile di calcio sia una professionista?…

12 dicembre 2019