In News

Un banchetto con una serie di bambolotti di diverso colore e dei prezzi sopra. Non è una vendita di beneficienza o un’idea di un rivenditore di giocattoli. È l’iniziativa organizzata sabato scorso a Udine da Forza Nuova contro la gestazione per altri, contro il “sistema capitalista del libero mercato” e le adozioni per le coppie omosessuali. I bambolotti stanno a rappresentare i bambini e il prezzo, il costo della gpa a seconda dei paesi a cui ci si rivolge. “Volete un bambino? Compratelo: negli Usa costa 100mila euro, in India solo

forzanuova_bambini1

Foto: il Messaggero Veneto

20mila” spiegano i militanti di estrema destra secondo quanto riporta il Messaggero Veneto. Un’iniziativa che non ha niente di omofobo, tengono a sottilineare gli organizzatori, che però poi spiegano al quotidiano veneto che “l’adozione da parte degli omosessuali fa parte di una morale impazzita, il capitalismo ha reso merce tutto, compreso la vita stessa”.

“I bambini non si comprano – incalza il coordinatore regionale Simone Mestroni -! Forza Nuova dice no all’ignobile pratica dell’utero in affitto, e condanna la compravendita di essere umani. I bambini sono soggetto, non oggetto di diritto”.
Sulla gestazione per altri, abbiamo già detto in occasione dello scorso 8 marzo, quindi non ci dilunghiamo ulteriormente in questa sede. Ma la domanda è: se davvero non c’è niente di omofobo in questa iniziativa, perché questo riferimento all’adozione per le coppie omosessuali (che esulerebbe dalla gpa, se fosse estesa per legge a tutte le coppie e non solo a quelle eterosessuali) e, soprattutto, dove sono stati finora, i militanti di Forza Nuova, dato che alla gestazione per altri le coppie italiane ricorrono da più di un decennio?

0

Start typing and press Enter to search