Categorie: News

Donne che odiano le donne

Siamo fieramente curvy e con i peli sulle gambe.
Eppure questo non ci impedisce di indossare degli shorts: perché non dovremmo farlo?

No, non siamo impazzite… Stiamo solo cercando di mettere in fila i pensieri per commentare quello che è accaduto in questi giorni.

Molto brevemente: il magazine del Corriere della Sera, Io Donna, posta una foto dell’attrice Chloe Moretz, mentre passeggia mano nella mano con il figlio di David Beckham, Brooklyn.
La didascalia che la accompagna letteralmente recita: “L’attrice non si separa mai dagli shorts. Peccato che non sia così magra da poterli indossare con disinvoltura”.

Dopo le proteste di innumerevoli donne capitanate da Selvaggia Lucarelli ecco che la didascalia viene cambiata, e la toppa sembra peggio del buco: “L’attrice non si separa mai dagli shorts, esibiti con disinvoltura. Troppa disinvoltura.”

Insomma la Moretz (attrice peraltro bellissima, con un fisico armonioso, e che ha lavorato con registi del calibro di Martin Scorsese) passa dall’essere una cicciona informe ad apparire quasi una ragazza dai facili costumi. In ogni caso la ragazza, secondo Io Donna, ha troppa disinvoltura.

Ma ad avercene di disinvoltura, sempre e comunque nella vita!
Perché è importante essere se stesse/i e sentirsi bene nel proprio corpo, che sia filiforme o che sia abbondante, come quello delle bellezze curvy di cui vi abbiamo parlato in un articolo di qualche mese fa, in cui citavamo anche Elisa D’Ospina, che prontamente è intervenuta su questa polemica!

In questa società siamo già (ahinoi!) abituati a dover gestire i commenti sessisti e discriminatori sui corpi delle donne da parte degli uomini (in alcuni casi persino osceni e violenti, come quelli scritti qualche anno fa – proprio a proposito degli shorts – da Marco Cubeddu su Il Secolo XIX)… vi prego, evitiamo almeno di fare del bodyshaming fra donne!

Non ascoltate le donne che odiano le donne, non date retta a chi – ad esempio – usa l’importante vetrina di Vanity Fair (che glielo consente!) per dirvi che non dovete usare gli shorts “se sembrate uscite da un quadro di Botero“: ricordate che siete bellissime, qualunque cosa dicano.
E ricordate che, come dice sempre la nostra Courtney, al massimo “la vostra è solo bellezza che si espande”.

Lunga vita agli shorts, lunga vita alle bellissime donne di Botero, e lunga vita alle donne che amano le donne… e che – soprattutto – amano se stesse!

Condividi

Articoli recenti

YouTube, nuove regole per mettere alla porta l’hate speech

Proprio ieri YouTube ha annunciato una nuova politica che metterà al bando gli youtuber che creano contenuti violenti. Le nuove…

12 dicembre 2019

Omofobia, uomo denuncia madre e fratello: «Solo il suicidio salva il disonore»

L’omofobia è una cosa orribile, quando avviene in famiglia assume contorni ancora più terribili. Un uomo di Arborea, in provincia…

12 dicembre 2019

Finalmente le donne dello sport potranno essere considerate professioniste

Vi verrebbe mai di mettere in dubbio che Sara Gama, la capitana della nazionale femminile di calcio sia una professionista?…

12 dicembre 2019

Mes, arriva la battuta omofoba dai leghisti durante il dibattito in aula

La Lega recupera il termine medievale "sodomia" durante il dibattito alla Camera sul Mes.

11 dicembre 2019

Marta Cartabia, la prima presidente della Corte Costituzionale. Ma non è un’alleata

Questa mattina, mercoledì 11 dicembre, si è celebrata una elezione storica: Marta Cartabia è la nuova presidente della Corte Costituzionale.…

11 dicembre 2019

Non binary: per il Merriam-Webster il termine “they” è la parola dell’anno

La lingua cambia velocemente e succede anche all'inglese: ecco le importanti novità sull'uso dei pronomi.

11 dicembre 2019