Categorie: News Onda Pride

Che fine ha fatto l’arcobaleno della metro di Porta Venezia?

Era diventato un simbolo di una città accogliente, inclusiva e aperta. Ma da giovedì scorso l’arcobaleno che decorava la stazione della metro di Porta Venezia, a Milano, non c’è più.
Lo denuncia il Milano Pride dalla sua pagina Facebook.
Interpellata, l’azienda dei trasporti pubblici milanesi ha risposto che è stato sostituito da una “installazione pubblicitaria temporanea che non prevede la rimozione dell’arcobaleno”. Venerdì ATM correggeva il tiro con un secondo tweet: “Dobbiamo scusarci e correggere l’informazione di ieri. L’arcobaleno nella stazione di P.ta Venezia verrà rimosso per dare spazio ad un nuovo progetto commerciale che rivitalizzerà la stazione e il quartiere. Durerà 3 mesi e poi lo rimetteremo, lì o altrove”.

La risposta di ATM via Twitter

Una risposta che al Milano Pride non è parsa sufficiente.

L’appello del Milano Pride

“Non possiamo accettare un “Tornerà lì o altrove” da ATM – scrivono gli attivisti milanesi su Facebook -. La fermata arcobaleno di Porta Venezia è diventata in questi mesi un simbolo importante non solo per la comunità LGBT+ e per il quartiere ma per tutta la città di Milano, in un momento in cui il Paese è sempre più attraversato da discorsi di odio verso il “diverso”. Facciamo quindi appello a ATM, al Comune di Milano e al sindaco Beppe Sala affinché l’arcobaleno torni a splendere nella fermata della metropolitana di Porta Venezia in occasione della giornata mondiale contro l’omo-transfobia, il prossimo 17 maggio, e in vista del Milano Pride, il 29 giugno”.

Cirinnà: “L’arcobaleno non può essere oscurato”

All’appello delle associazioni milanesi si è unita la senatrice Monica Cirinnà che attraverso i suoi canali social ha diffuso un appello in un video:

Al momento, nessuna ulteriore risposta da Sala o da ATM.
La fermata della metro di Porta Venezia era rimasta con i colori della bandiera LGBT dopo l’ultimo pride di Milano, lo scorso 30 giugno. La decisione era stata presa dal sindaco Sala e accolta dall’azienda, con il plauso del Milano Pride e della comunità lgbt del capoluogo lombardo.

Condividi

Articoli recenti

Gambiano ottiene lo status di rifugiato perché gay

Ha ottenuto lo status di rifugiato grazie alla sentenza della Corte d'Appello di Trieste secondo cui non è necessario che…

20 agosto 2019 12:29 PM

Eternals, Richard Madden sarà il primo super eroe gay della Marvel

Il film arriverà nelle sale solo a novembre del 2020, ma arrivano le prime indiscrezioni sul cast.

19 agosto 2019 5:30 PM

Mounir Baatour, il sondaggio: il candidato gay in Tunisia fa pieno di voti tra i giovani

Voteresti un candidato gay? La società tunisina sta evolvendo velocemente. Un sondaggio ce lo rivela.

19 agosto 2019 3:19 PM

Trump vuole legalizzare il licenziamento delle persone trans

L'amministrazione Trump ha chiesto alla Corte Suprema di esprimersi sulla possibilità di licenziare le persone trans in quanto tali.

18 agosto 2019 12:02 PM

In cucina con l’arcobaleno, ricetta “in viola”: granita siciliana di gelsi

Concludiamo oggi il nostro breve ricettario arcobaleno. Con una specialità siciliana.

17 agosto 2019 9:30 AM

Salento, omotransfobia alla vigilia del pride: “Froci e trans andate nei vostri posti”

Il buttafuori di un noto lido di Gallipoli si sarebbe rivolto così ad un gruppo di persone in città per…

16 agosto 2019 6:08 PM